CDR Pompe continua l’investimento in tecnologia Made in Italy


A pochi mesi dall’installazione della nuova macchina di saldatura dei materiali termoplastici, CDR Pompe investe ancora nell’aggiornamento tecnologico dei propri macchinari in un’ottica di ampliamento dell’area dedicata ai collaudi delle pompe centrifughe.

Sono stati introdotti due nuovi strumenti elettrici:

  • un terzo banco di trascinamento, che va ad aggiungersi agli altri due di taglia inferiore già in uso in CDR Pompe
  • un nuovo quadro elettrico con Inverter

La nuova strumentazione permetterà di collaudare pompe centrifughe fino ad una potenza massima di 90 kW.
Ogni pompa assemblata presso la nostra officina, infatti, viene sottoposta al test di collaudo sul punto di lavoro; pertanto, CDR Pompe ha deciso di investire su un nuovo banco di collaudo elettrico (torsiometro) che collega la pompa al motore elettrico e permette di misurare gli assorbimenti della pompa all’ albero motore, per garantire una sempre maggiore affidabilità e qualità del prodotto.

Torsiometro: come funziona?

La funzionalità dei nuovi torsiometri è quella di misurare la potenza all’albero della pompa con l’obiettivo di ottenere una misurazione più precisa rispetto ai calcoli effettuati con i rendimenti dei singoli motori.

Questo permetterà di avere curve commerciali più precise e allo stesso tempo di migliorare lo sviluppo di nuovi prototipi e di nuovi prodotti attraverso misurazioni più veloci e affidabili delle prestazioni e degli assorbimenti delle pompe.

CDR Pompe opera in un’ottica di ottimizzazione della produzione, raggiungendo livelli di qualità sempre più elevati e gli investimenti nella propria area produttiva costituiscono il punto di partenza per questo obiettivo.

Contattaci per maggiori informazioni.

Torsiometro pompe centrifughe